www.leziosa.com
    Home   |   Additivi alimentari   |   Conservazione   |   Frodi   |   Nutrizione   |   Cibo e malattie   |   Forum   |   Indice analitico   |   Sezioni
Che cos'è il Gouda?
Altri argomenti
  Iscriviti a Leziosa
  Glossario dei termini
  Quanto ne sai di alimentazione?
  I musei del cibo in Italia e nel mondo
  Gioca con E-Lisa
  Galleria delle immagini pubblicate sul forum
  Bibliografia
  Tutti gli alimenti

 
site search by freefind advanced

Alimenti di origine animale

burro Fontina ricotta gorgonzola fiocchi di latte yogurt latte formaggio panna formaggi fusi mozzarella Asiago Burrata Robiola mascarpone crescenza Grana Provolone brie Emmental Gouda
 
cotechino wurstel foiegras lardo kebab pancetta mortadella prosciutto crudo zampone soppressata bresaola carne in scatola salsiccia prosciutto cotto carne di pollo Lyoner salami
 
molluschi cozze vongola capasanta ostriche cannolicchi seppia polpo crostacei aragosta astice scampi gamberi, gamberoni e gamberetti Prodotti ittici merluzzo sogliola tonno trota Acciuga salmone Baccalà caviale Pesce in scatola bastoncini di pesce surimi Olio di pesce farina di pesce
 
margarina strutto Olio di balena Olio di pesce Olio di fegato di merluzzo
 
miele uova salsa maionese
Formaggio Gouda

Il Gouda è il formaggio olandese più importante ed anche il più conosciuto. Prende la denominazione dalla omonima città, ma il suo nome non è protetto: il «Gouda» è quindi un formaggio che può essere prodotto e commercializzato in ogni parte del mondo, perchè si tratta di un nome universale e non limitato al formaggio di origine olandese.
Per quanto riguarda il Gouda prodotto nei Paesi Bassi, il formaggio Noord-Hollandse Gouda è registrato nella UE come prodotto DOP a Denominazione di Origine Protetta dal 1996, e il formaggio Gouda Holland è registrato dal 2010 come prodotto a Indicazione Geografica Protetta.
In generale le forme di Gouda sono commercializzate coperte da uno strato di cera: se questo è di colore rosso o giallo, il formaggio ha avuto una stagionatura breve (variabile da 28 giorni a 6 mesi), se invece la cera è di colore nero, significa che il formaggio è stato stagionato per almeno 12 mesi.


Tra gli additivi alimentari che possono essere utilizzati per la produzione del Gouda, vi sono il colorante organico 160b, i nitrati di sodio e251 e nella crosta l'antibiotico netamicina o pimaricina e235.

Gouda Holland

Il «Gouda Holland» è un formaggio grasso a stagionatura naturale, di tipo semiduro, che viene prodotto nei Paesi Bassi con latte vaccino proveniente da aziende zootecniche olandesi e sottoposto a stagionatura, fino a divenire un prodotto pronto per il consumo, in appositi locali situati nei Paesi Bassi.
Per la preparazione del «Gouda Holland» si utilizzano una o più delle seguenti materie prime: latte, panna, latte totalmente o parzialmente scremato (unicamente latte vaccino) proveniente da aziende zootecniche dei Paesi Bassi. Il formaggio ha una forma cilindrica piatta oppure di parallelepipedo o di un pane con un peso che varia da 2,5 a 20 kg.
Il latte viene raffreddato nell'azienda fino a raggiungere una temperatura di non oltre 6 °C e conservato, sempre nell'azienda, in una cisterna frigorifera. Entro 3 gioni dalla mungitura il latte viene lavorato direttamente oppure sottoposto a termizzazione (trattamento termico leggero, non pastorizzante), conservato freddo per un breve periodo e poi lavorato fino a divenire latte cremoso.
Il tenore di grasso del latte viene standardizzato in modo tale che nel prodotto finale il rapporto grasso/proteine dia un tenore di grasso compreso tra il 48 e il 52 % rispetto alla sostanza secca.
Il latte cremoso viene pastorizzato ad una temperatura di almeno 72°C per 15 secondi e cagliato utilizzando presame di abomaso di vitello ad una temperatura di circa 30°C. Si procede con la rottura della cagliata che, prima di essere pressata e sagomata, viene lavata per smorzarne l'acidità.
La massa caseosa viene infine immersa in salamoia e il «Gouda Holland» viene stagionato per almeno 28 giorni fino oltre un anno, con procedimenti naturali: la stagionatura viene effettuata all'aria, voltando e controllando periodicamente il formaggio.
Il colore della pasta va dall'avorio al giallo e può essere aggiunto cumino.
Il taglio e il confezionamento del Gouda Holland possono avvenire sia in loco che in altre nazioni, ma chi procede all'imballaggio deve garantire la rintracciabilità del prodotto, mediante una combinazione unica di cifre e lettere posta sul marchio di controllo del «Gouda Holland» tagliato, e informare il consumatore in merito all'origine.


Noord-Hollandse Gouda
Il Noord-Hollandse Gouda è un formaggio Gouda ottenuto esclusivamente da latte della provincia Noord-Holland, e rappresenta da solo circa il 65% di tutta la produzione casearia olandese.
La produzione industriale di Noord-Hollandse Gouda segue i metodi tradizionali, che rappresentano una specializzazione delle norme di qualità per il formaggio Gouda già fissate sulla base della Kaasmerkenwet (legge sul marchio dei formaggi) del 1911.
Entro 12 ore dalla mungitura il latte vaccino viene riscaldato per 30 secondi a 65°C e pastorizzato per almeno 12 secondi a 72°C. Viene quindi cagliato con caglio di vitello o manzo ad una temperatura compresa tra 31 e 34°C, utilizzando per l'acidificazione una coltura di fermenti del tipo A (fermenti BD) tra cui Leuconostoc crémor is, Lactobacillus laet is e Lactobacillus crémor is.
Si procede con la rottura della cagliata che, prima di essere messa negli stampi, viene lavata per smorzarne l'acidità. Dopo essere stata sottoposta a pressione, la massa caseosa viene salata per ottenere un tenore di sale riferito alla sostanza secca mediamente del 3.3% e non superiore al 3.6%, quindi stagionata in ambienti termocondizionati da un minimo di 4 settimane fino a 18 mesi ad una temperatura di almeno 14°C.
Il Noord-Hollandse Gouda è meno salato degli altri tipi di Gouda.





Composizione e valori nutrizionali di 100 grammi di Gouda
ricette Trova le ricette che hanno come ingrediente il Gouda
Trova discussioni, musei e quiz che parlano di latticini
Trova il contenuto di colesterolo dei latticini
Quanto ne sai di latticini? rispondi a qualche domanda




Sezioni di Leziosa.com Pezzatura formaggi