www.leziosa.com
    Home   |   Additivi alimentari   |   Conservazione   |   Frodi   |   Nutrizione   |   Cibo e malattie   |   Forum   |   Indice analitico   |   Sezioni
Banana
Altri argomenti
  Iscriviti a Leziosa
  Glossario dei termini
  Quanto ne sai di alimentazione?
  I musei del cibo in Italia e nel mondo
  Gioca con E-Lisa
  Galleria delle immagini pubblicate sul forum
  Bibliografia
  Tutti gli alimenti

 
site search by freefind advanced

Alimenti di origine vegetale

ananas avocado banane fichi ciliegie fragola cachi pera melone cocomero pesca limone mela kiwi prugna pompelmo papaya arance mirtilli lamponi lychees albicocche mango frutta sciroppata marmellata
 
frutta secca arachidi mandorle castagne datteri pinoli pistacchi noci
 
asparagi cavolo cavolfiore cavoletti di Bruxelles carote patata tartufo funghi liquirizia peperone pomodoro zucca melanzana cetriolo carciofi zucchine valeriana spinaci olive
 
aglio cipolla prezzemolo capperi peperoncino curry pepe paprika zafferano noce moscata vaniglia
 
cereali mais riso farina pasta pane sostituti del pane segale farro Cracker Kamut
 
legumi piselli fagioli lenticchie lupini soia fave ceci fagiolini
 
lievito spezie zucchero tofu crauti cacao aceto di vino olio di oliva oli di semi senape salsa ketchup tabasco

 
Argomenti correlati

Alimenti transgenici
Biodiversità
Dalla raccolta al piatto
Pesticidi
Prodotti biologici
banane Nutrienti, gustose e con il loro colore giallo e vivace, le banane sono il frutto esotico più consumato in occidente e tra le derrate più consumate al mondo dopo cereali, zucchero, caffè e cacao.
Esse sono diffuse nella maggior parte dei Paesi tropicali (ma l'India è il paese che ne produce di più al mondo) e vengono raccolte quando sono ancora acerbe: incominciano a maturare durante il trasporto.
Un casco di banane conta fino a 200 frutti. Dopo la raccolta, questi vengono suddivisi in caschi più piccoli, scartando tutte le banane che non hanno i requisiti richiesti: le normative europee, per esempio, impongono parametri specifici per quanto riguarda il diametro, la lunghezza, il colore e persino i difetti accettabili, ma nulla per quanto riguarda il contenuto in nutrienti.
lavorazione in una piantagione di banane
Le banane vengono quindi caricate ancora verdi su navi frigorifere dove sono mantenute a 12-13 ░C sino a destinazione. Qui vengono stoccate in appositi centri e fatte maturare innalzando la temperatura e immettendovi etilene. Molte sono ancora un po' acerbe quando vengono vendute ed è consigliabile acquistarle in grappoli, con gambi intatti, per garantirne una più lunga conservazione.
Le banane acerbe contengono amido «resistente», così chiamato perchè non può essere digerito dall'intestino tenue, ma viene fermentato nell'intestino crasso, provocando spesso flatulenza. Poichè la maggior parte dell'amido si trasforma in zucchero quando il frutto è maturo, le banane mature non solo sono più dolci, ma anche più digeribili e nutrienti.
Le principali qualità di banane sono la Musa sapientium, la Musa Cavendishii e la Musa paradisiaca. Le prime due sono ricche di zuccheri e si mangiano crude, mentre la terza, meno zuccherina e più ricca di amido, viene cucinata oppure fatta essiccare per ricavarne farina.
La banana contiene una buona quantità di carboidrati (circa il 15 per cento), rappresentati anche da amido. E' inoltre ricca di fibre, vitamina C (15 per cento del fabbisogno giornaliero) e potassio (11 per cento del fabbisogno giornaliero).
E poi non contiene grassi, colesterolo o sodio.
Anche se le banane che si trovano nei nostri mercati arrivano dai paesi dell'America Centrale, le banane sono in realtà originarie delle giungle del Sud-Est asiatico. Si ritiene che vengano in particolare dalla penisola malese, perchè è qui che si trova la maggior parte delle varietà. 2500 anni fa raggiunsero la penisola indiana, e lý il grande condottiero Alessandro Magno le potè assaggiare 300 anni prima di Cristo. Dall'India si diffusero in Africa, per raggiungere le isole Canarie e le Indie Occidentali. In America pare che siano arrivate nel 1516 grazie a un frate spagnolo, Tomas de Berlanga, che portò con sè le prime radici di banano (l'albero che produce come frutti le banane) e le piantò nel fertile suolo dei Caraibi.
Le banane si trovano tutto l'anno. Se sono troppo acerbe si possono farle maturare mettendole in una busta di carta. E se dentro la busta si mette anche un pomodoro o una mela, matureranno ancora più in fretta.
Chiquita, Dole e Del Monte sono oggi le tre più grandi multinazionali della banana e da sole controllano ben il 75 per cento delle banane commercializzate in tutto il mondo.


Alcune compagnie produttrici di banane sono state più volte accusate di fare uso di pesticidi vietati, e recentemente sono state condannate: Dole Food Company, Standard Fruit Company, Dow Chemical, Occidental Chemical Corporation e Shell.
Sembra che in Costa Rica vengano adoperate ogni anno una media di circa 40 chilogrammi di sostanze chimiche per ettaro.
Le banane possono essere sottoposte a irradiazione per bloccarne la maturazione, mentre la superficie può essere trattata con Tiabendazolo (E233).






Valori nutrizionali per 100 grammi di banana
ricette Trova le ricette che hanno come ingrediente la banana
Quanto ne sai di frutta? rispondi a qualche domanda




Sezioni di Leziosa.com frutta