www.leziosa.com
    Home   |   Additivi alimentari   |   Conservazione   |   Frodi   |   Nutrizione   |   Cibo e malattie   |   Forum   |   Indice analitico   |   Sezioni
Che cosa sono le pectine?
Altri argomenti
  Iscriviti a Leziosa
  Glossario dei termini
  Quanto ne sai di alimentazione?
  I musei del cibo in Italia e nel mondo
  Gioca con E-Lisa
  Galleria delle immagini pubblicate sul forum
  Bibliografia
  Tutti gli alimenti

 
site search by freefind advanced

Gli additivi alimentari

Acidificanti
Addensanti
Agenti delle farine
Agenti di rivestimento
Amidi modificati
Antiagglomeranti
Antiossidanti
Antischiumogeni
Aromatizzanti
Coloranti
Conservanti
Edulcoranti
Emulsionanti
Esaltatori di sapidità
Gelificanti
Stabilizzanti
 
Argomenti correlati

Gli additivi alimentari
La lista degli additivi
I coadiuvanti tecnologici
etichetta gelato

Le pectine sono polisaccaridi costituiti da alcune centinaia di molecole di acido galatturonico (derivato dal galattosio) combinate parziamente con alcol metilico.
Si trovano in natura combinate con la cellulosa negli spazi intercellulari dei tessuti vegetali: molti tipi di frutta e verdura come mele, pere, carote, patate, ecc., devono la loro consistenza proprio a questa struttura. Ad esempio la scorza di un'arancia contiene il 30 per cento di pectina, la buccia di una mela il 15 per cento e la buccia di una cipolla il 12 per cento.
Le pectine sono estratte industrialmente dalla buccia degli agrumi e dalla buccia delle mele verdi. Poichè in presenza di zuccheri e acidi diluiti formano un gel stabile e forte, le pectine vengono utilizzate dall'industria alimentare come additivo nella preparazione di numerosi prodotti.
In particolare, sono adoperate come gelificanti nella produzione di:
  • marmellate
  • gelatine di frutta
  • preparazioni gastronomiche in gelatina
e come addensanti (oppure come stabilizzanti), assieme agli alginati, in prodotti acidi a base di latte e nella preparazione di: La presenza di pectina in qualità di additivo viene segnalato sulla etichetta dei prodotti alimentari con la sigla E440.


La dose giornaliera ammessa di pectina in qualità di additivo è «senza limiti», in quanto le pectine vengono considerate del tutto innocue.








Sezioni di Leziosa.com additivi chimici